Social Housing

Housing Sociale

Le Origini

Le origini dell'Housing Sociale

L'housing sociale, o social housing, è una forma di edilizia pensata per chi non può acquistare la prima casa o non riesce a sostenere il costo di un affitto a libero mercato ma, nello stesso tempo, non possiede tutti i requisiti necessari per accedere alle graduatorie per l'assegnazione dell'edilizia residenziale pubblica (E.R.P.). (per approfondimenti si veda il D.M. 22 aprile 2008).

Il Fondo HS Italia Centrale gestisce progetti immobiliari di housing sociale localizzati nel centro Italia.

Le origini dell'Housing Sociale

Anni '20

I primi progetti di social housing furono realizzati in alcuni Paesi europei come strumento per risolvere la crisi edilizia e affrontare i gravi problemi conseguenti alla Prima Guerra Mondiale. Inizialmente si trattava di progetti di sostegno, dalla durata limitata, alla classe lavoratrice di livello medio-alto.

Anni '40

Si può parlare di vero e proprio social housing solo dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale quando, a causa della carenza di immobili residenziali, si assistette a una politica edilizia più intensa.

Anni '70

Il maggior benessere economico e l'ampia disponibilità  di alloggi comportarono un nuovo cambio di tendenza con il conseguente calo della domanda di housing sociale.

Anni '90

Il settore residenziale si orientò sempre di più al mercato competitivo e gli alloggi sociali rappresentavano una quota sempre minore dello stock totale e si rivolgevano a gruppi ristretti di popolazione.

Anni 2000

Il social housing si sta imponendo all'attenzione dell'opinione pubblica come un valido strumento di supporto ai giovani e alle famiglie, stimolo del mercato immobiliare e aiuto agli enti pubblici per recuperare o salvaguardare il patrimonio immobiliare.